MALIGHETTI GIOVANNI MICHELE
Bonus verde per terrazze e giardini privati, ecco come funziona
Verrà introdotto nella prossima manovra e consiste nella detrazione del 36% del costo sostenuto per la cura e la manutenzione del verde privato

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Si tratta di una detrazione simile a quella per le ristrutturazioni edilizie e per l’acquisto di elettrodomestici, che permette di richiedere il rimborso dei costi sostenuti, fino a 5000,00 euro sulla denuncia dei redditi.

Verrà introdotto nella prossima manovra e consiste nella detrazione del 36% del costo sostenuto per la cura e la manutenzione del verde privato

IL BONUS – Per il 2018 sarà detraibile una cifra pari al 36% delle spese documentate relative al verde, fino a un massimo di 5000,00 euro per ogni unità immobiliare. Le detrazioni attualmente esistenti (50% / 65%) coprono, infatti, solo gli interventi sugli edifici ma non il verde urbano. Il nuovo sconto, allora, sarà dedicato alla sistemazione a verde “di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni”. Quindi, soprattutto terrazzi, balconi, giardini condominiali. Ma anche giardini pensili e coperture, messa a dimora di piante e arbusti. La detrazione spetterà anche per le spese condominiali: anche in questo caso si applica il tetto massimo di 5000,00 euro per unità.

I pagamenti, come avviene già oggi, dovranno passare da bonifici speciali, mentre gli sconti fiscali saranno ripartiti in dieci quote annuali.

UNA OCCASIONE DA PRENDERE AL VOLO

Ora non ti resta che trovare la casa giusta con tanto verde e con un bell'incentivo per renderla ancora più bella.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CHIAMA SUBITO 0341 423097

 

WWW.MALIGHETTI.IT

 

Indietro

Data: venerdì 20 ottobre 2017
Autore: Malighetti Gioavanni Michele
Ricerca
Categoria